TRIBUNALE DI ….

ATTO DI CITAZIONE

Per il Sig. …. , nato a …. il …., residente in …. alla via ….n. …., C.F. …., elettivamente domiciliato in …. alla via …. n. …. presso lo studio dell’Avv. …., C.F. …. che lo rappresenta e difende in virtù di procura in calce al presente atto e presso il quale dichiara di voler ricevere le comunicazioni relative al presente procedimento al numero di fax …. o all’indirizzo PEC …. si espone quanto segue.

FATTO

1) In data …. alle ore ….in via …., l’odierno istante, mentre percorreva via …. con direzione viale……, a bordo del proprio motoveicolo…… ….. targa …… veniva violentemente urtato dall’autovettura …. targa ….condotta da ….e assicurata presso la ….Ass. ni Spa……..

2) In seguito all’impatto, il Sig……. cadeva rovinosamente a terra, perdendo i sensi;

3) Interveniva la …… stradale …. Che redigeva apposito verbale dal quale risulta ….. (vedi allegato n…..);

4) In ragione delle gravi lesioni riportate, l’istante veniva trasportato subito al Pronto Soccorso dell’Ospedale …. dove veniva ricoverato d’urgenza per …. e sottoposto a …… (vedi allegati n……);

5) Successivamente, l’istante veniva dimesso in data ….. con diagnosi …. E prescrizione di riposo assoluto dal ….. al ….. (vedi allegato n….);

6) A causa delle lesioni subite l’istante, che all’epoca del sinistro esercitava attività di …., con studio in …. (vedi allegato n……), si faceva sostituire dal …… …., con un corrispettivo mensile di …., in quanto impossibilitato, dal ….al …., a svolgere qualsivoglia attività.

7) Inoltre, l’istante, a causa della sua inabilità, si faceva sostituire nei lavori domestici, per i quali, dal …. al …., doveva corrispondere la somma di Euro….

8) Le accertate menomazioni psicofisiche dell’attore, incidevano altresì sugli aspetti dinamico relazionali della vita, costringendolo a sospendere l’attività non agonistica di …. .come risulta dalla relazione medico legale del Dott….. (vedi allegato n…..);

9) In virtù di quanto sopra descritto, con lettera raccomandata a/r del …., l’istante domandava alla …. Assicurazioni Spa, quale compagnia assicuratrice del veicolo del Sig……, il…. il risarcimento dei danni patrimoniali e non derivanti dalla responsabilità civile di ….

10) Con lettera raccomandata a/r del …. la …. Assicurazioni Spa …. comunicava la sua intenzione di provvedere alla liquidazione dei danni, previo accertamento medico legale del proprio perito di fiducia e in data ….. con raccomandata a/r del ….. (vedi allegato n….) inviata assegno della somma di euro ……(vedi allegato n…..) che l’istante tratteneva a titolo di acconto sulle maggiori somme dovutegli;

11) Con raccomandata del …., l’istante invitava la convenuta assicurazione, a mezzo del sottoscritto procuratore costituito, a partecipare al procedimento di negoziazione assistita, tuttavia la richiesta restava inevasa.

DIRITTO

  1. In ordine al danno biologico da macrolesioni, deve rilevarsi innanzitutto l’incongruità della somma offerta dalla ….. Assicurazioni Spa…. convenuta …., che nel liquidare il danno non patrimoniale ha tenuto conto soltanto di …… omettendo invece di ……, come si evince dalla relazione del Dott…… (v. allegato n….).

Ai fini della quantificazione del danno non patrimoniale dell’istante, va applicato l’art. 138 Cod. Ass., poiché lo stesso deriva da lesioni di non lieve entità patite a seguito di sinistro stradale.

Nell’attesa che venga emanato il Dpr attuativo della tabella unica nazionale per il risarcimento dei danni non patrimoniali per macro-lesioni conseguenti ai sinistri stradali, come disposto dalla legge sulla concorrenza, la prassi seguita dai tribunali è la liquidazione del danno secondo le Tabelle di Milano, cui la giurisprudenza di legittimità riconosce “vocazione nazionale” .

Tale liquidazione, tuttavia, non è automatica, ma “personalizzata”, e impone al giudice, nel liquidare il danno biologico di tenere conto di vari fattori (età della vittima, grado di invalidità permanente) ossia delle componenti a prova scientifica medico-legale, e di quelle relative all’incidenza negativa sulle attività quotidiane (c.d. inabilità totale o parziale).

In virtù delle formulate considerazioni preliminari, la somma di Euro …. offerta dalla …. Assicurazioni Spa a titolo di risarcimento del danno biologico risulta incongrua, poichè comprensiva soltanto del …..

Alla vittima, diversamente, compete, a titolo di danno biologico, l’importo di euro……, come di seguito calcolato …….

  1. Relativamente al danno esistenziale, la somma liquidata dalla …. Assicurazioni spa, risulta ugualmente incongrua giacchè non considera l’impatto che l’evento dannoso ha sugli aspetti dinamico relazionali della vita del danneggiato e, in specie, sull’attività non agonistica di …. Praticata dall’attore sin dal ….. , la quale, oltre a costituire fonte di svago, ricopriva un ruolo importante nella formazione della propria persona.

Orbene, le lesioni permanenti subite dall’attore riguardano parti corporee di importanza fondamentale per lo svolgimento della predetta disciplina, come attestato anche dalla relazione del Dott……. (vedi allegato n…..) che ha sconsigliato all’istante di continuare a praticare l’attività di ……

Per cui, costituendo il diritto alla pratica sportiva uno dei diritti rientranti tra gli interessi costituzionalmente tutelati (ex art. 2 Cost.), la liquidazione del danno non patrimoniale deve tenere conto anche del danno esistenziale sofferto dall’attore.

Ne consegue che, data la non sovrapponibilità dei pregiudizi derivanti dalla lesione dell’integrità psico-fisica lamentata dall’istante e di quelli di tipo morale dallo stesso patiti, anche il danno esistenziale, ove adeguatamente provato, va risarcito.

In virtù di quanto affermato, compete all’istante anche il risarcimento del danno esistenziale, quantificato nella misura di ….. nella misura di …., pari al ….. dell’importo che quantifica il danno biologico, ex art. 138, comma 3, cod. ass.

  1. In ordine, infine, al danno patrimoniale compete all’odierno istante il risarcimento dei danni patiti complessivamente quantificati in euro ….. e derivanti dalle spese mediche sostenute …… dalle spese di riparazione del mezzo …. Nonché da quelle sostenute a titolo di corrispettivo per le prestazioni professionali svolte da …. E di quelle della collaboratrice domestica ….. (vedi allegati n…..).

In definitiva dal sinistro all’attore sono derivati danni per un importo totale pari ad euro ….. (di cui …… ) con la conseguenza che, al netto dell’acconto già corrisposto pari ad euro ….., lo stesso ha diritto ad essere risarcita per ulteriori euro complessivi …..

Tutto ciò premesso l’attore, come sopra rappresentato, difeso e domiciliato

 

CITA

Il Sig. ….(C.F. ….), residente in …. via …. n. …. e la ….Ass.ni SPA …… (C.F./P.I……..), in persona del suo legale rappresentante p.t., con sede in …., via ….n …., a comparire innanzi al Tribunale di …… nella sede, sez. e giudice designandi, all’udienza che ivi sarà tenuta il giorno …., ore di rito, con l’invito a costituirsi, ai sensi e nelle forme stabilite dall’art. 166 c.p.c., nel termine di 20 giorni prima dell’udienza indicata nel presente atto oppure di quella fissata, ai sensi dell’art. 168-bis, ultimo comma, c.p.c., dal giudice designato, con l’avvertimento che la costituzione oltre i suddetti termini implica le decadenze di cui agli artt. 38 e 167 c.p.c. e, inoltre, con avviso che in caso di mancata costituzione si procederà in sua contumacia per ivi sentir accogliere le seguenti

CONCLUSIONI

Voglia l’On.le Tribunale adito, respinta ogni contraria istanza:

— accertare e dichiarare la responsabilità esclusiva del Sig…….., conducente dell’autovettura …. tg. …. in ordine alla produzione del sinistro descritto in premessa e, per l’effetto,

— condannare, in solido tra loro, la … Assicurazioni Spa, in persona del legale rappresentante p.t., e …., il Sig…….. in qualità di proprietario dell’autovettura …. tg. …. al risarcimento di tutti i danni non patrimoniali e patrimoniali complessivamente quantificati in euro ……., oltre rivalutazione monetaria ed interessi nella misura di legge e in ogni caso entro i limiti di competenza del giudice adito.

Con vittoria di spese, competenze ed onorari di giudizio.

In via istruttoria si chiede:

– in caso di contestazione della CTP, ammissione CTU medico-legale per la determinazione e quantificazione dei postumi invalidanti riportati dalla Sig.ra…… nel sinistro per cui è causa;

– ammettersi prova per testi sui fatti di causa con testi da indicarsi nelle memorie ex art. 183, VI comma, c.p.c.

Ulteriori mezzi di prova riservati con salvezza dei termini e delle deduzioni ex artt. 183 e 184 c.p.c., compresa la richiesta di documenti d i cui all’art. 210 c.p.c. e informazioni ex art. 213 c.p.c.

Allegati: …….

……

Ai sensi del Dpr n. 115/2002, si dichiara che il valore del presente procedimento è di Euro….

Luogo e data ….

Firma Avv. ….

PROCURA

 

Ti è stato utile questo articolo?

Assi Bot

Comments are closed.