Corte di Cassazione, sez. VI Civile, ordinanza 20 dicembre 2016 – 26 maggio 2017, n. 13412 *** Fatti di causa Con atto notificato nel 1995 F.G. e G.C., genitori esercenti la potestà sul figlio minore L., agirono in giudizio nei confronti di C.I. e di R.C., in proprio e in rappresentanza del figlio minore S., esponendo che L.G. era stato ferito all’occhio sinistro con un ceppo dal compagno di giochi S. I. e che aveva riportato lesioni così gravi da essere costretto a lunga degenza ospedaliera e a subire due interventi chirurgici con la definitiva riduzione del visus di un 1/12…

Per accedere registrati e abbonati oppure effettua il login

Ti è stato utile questo articolo?

Assi Bot

Comments are closed.