GIUDICE DI PACE DI …./TRIBUNALE DI ….

R.G. …. Giudice …. Udienza ….

COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA

PER

Per la Spa …. , C.F. /P.I. …., in persona del legale rappresentante pro tempore, Dott…., nato a …., il …., C.F. …., con sede legale in …., via …., rappresentata e difesa, come da procura in calce al presente atto, dall’Avv. …. C.F. …. presso il cui studio è elettivamente domiciliata e presso il cui numero di fax….. o indirizzo pec ….. dichiara di volere ricevere tutte le comunicazioni relative al presente procedimento

– convenuta –

CONTRO

Il Sig. …. , nato a …., il …., rappresentato e difeso dall’Avv. ….

– attore –

Nonché

…… Assicurazioni S.p.A., in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentata e difesa dall’Avv. ….,

– convenuta –

FATTO

– con atto di citazione, notificato il …., il Sig. …. conveniva la ….. Assicurazioni Spa …. ex art. 149 Cod. Ass. ed la ….. Spa convenuta quale responsabile civile, per sentirli condannare in solido al risarcimento dei danni conseguenti all’incidente stradale verificatosi in via …., in data …., ore circa ….;

– in punto di fatto, l’attore specificava che per via dell’improvvisa frenata operata dal conducente dell’autobus di linea, modello …., targato, di proprietà della convenuta …. (vedi allegato n…..), sul quale viaggiava come passeggero, subiva le seguenti lesioni ….(vedi allegato n…..);

– per questi motivi chiedeva il risarcimento di tutti i danni patrimoniali e non patrimoniali, che quantificava in complessivi Euro …., oltre interessi e rivalutazione;

– in data …. si costituiva la ….. Assicurazioni Spa …. , la quale chiedeva il rigetto della domanda, poiché infondata.

Con il presente atto si costituisce la …. Spa in persona del legale rapp.te p.t., con sede….., la quale chiede il rigetto della domanda, in quanto inammissibile, improcedibile ed improponibile, per le seguenti ragioni in

DIRITTO

1- In ordine all’infondatezza della domanda e alla causa di esclusione della responsabilità ex art. 2045 c.c., si ritiene che la domanda formulata da parte attrice è priva di fondamento giuridico, poiché basata su una ricostruzione dei fatti errata e non veritiera.

Contrariamente a quanto affermato dall’istante, infatti, la frenata operata dal conducente dell’autobus sul quale lo stesso viaggiava e dalla quale sarebbero derivate le lesioni lamentate, è stata causata da una condotta diligente dello stesso, obbligato a tale azione per prevenire lo scontro con autovettura che aveva intralciato la propria traiettoria.

La condotta del conducente, quindi, oltre ad essere diligente e improntata alle regole di prudenza, è dipesa dalla necessità di evitare il concreto pericolo di danni gravi alla sua persona e a quella dei soggetti trasportati, i quali avrebbero senz’altro subito lesioni in ragione dell’impatto con l’autovettura. Né peraltro lo stato di pericolo è stato causato dalla condotta del conducente e né l’impatto poteva essere evitato altrimenti, in relazione alle caratteristiche della strada, alla dinamica e alle modalità del sinistro.

Per cui, nessuna responsabilità può essere attribuita al conducente, che ha chiaramente agito per stato di necessità, Né tanto meno il fatto dannoso può essere imputato alla …. Spa convenuta.

  1. In ordine all’indennizzo ex art. 2045 c.c., data l’esimente dello stato di necessità, non può riconoscersi lo stesso in favore dell’attore, considerato che il danno lamentato si sarebbe in ogni caso verificato anche in mancanza dell’azione dettata dalla necessità.

Ai fini dell’attribuzione dell’indennità ex art. 2045 c.c., infatti, deve esistere pur sempre un nesso causale tra l’atto necessitato e il fatto dannoso, ossia il danno deve essere conseguenza diretta ed immediata della condotta dell’agente.

Nella specie, l’evento dannoso invece non è causalmente collegato alla condotta del conducente dell’autobus, ma è una diretta conseguenza del comportamento negligente ed imprudente del Sig…., il quale se si fosse attenuto alle norme di comportamento previste in casi come quello de quo, non avrebbe riportato lesioni.

CONCLUSIONI

Sulla scorta di quanto sinora evidenziato, voglia l’Ill.mo Giudice di Pace/Tribunale adito, respinta ogni contraria domanda, eccezione e deduzione:

– In via preliminare, dichiarare l’improcedibilità, inammissibilità ed improponibilità della domanda, in quanto …..

– Nel merito, rigettare la domanda, in quanto infondata sia in fatto che in diritto.

Con vittoria di spese ed onorari ed attribuzione in favore del procuratore che si dichiara antistatario.

IN VIA ISTRUTTORIA

Si chiede disporsi apposita CTU medico-legale al fine di accertare il nesso di causalità tra l’accadimento e le lesioni asseritamente riportate dall’attore, nonché per la quantificazione dei relativi danni.

Si chiede, inoltre, di essere ammesso alla prove per testimoni sulle circostanze indicate in in punto di fatto, …. preceduti dalla locuzione “Vero è che”, ovvero sulle seguenti circostanze… A tal fine si indicano come testimoni i Sig.ri….

Si allegano i documenti ……. indicati nella narrativa del presente atto, riservandosi di produrne altri con le memorie ex art. 183, comma 6, c.p.c., la concessione dei cui termini viene richiesta sin d’ora.

Luogo e data ….

Firma Avv. ….

PROCURA

 

Ti è stato utile questo articolo?

Assi Bot

Comments are closed.