Ai sensi dell’art.124 CdA, non sono autorizzate le gare e le competizioni sportive di qualsiasi genere di veicoli a motore e le relative prove, anche in circuiti chiusi, se l’organizzatore non abbia provveduto per l’assicurazione della responsabilità civile che deve garantire sia la responsabilità dell’organizzatore che degli altri obbligati per i danni arrecati alle persone, agli animali e alle cose. Sono esclusi, però, i danni prodotti ai partecipanti stessi e ai veicoli da essi adoperati.

Quindi, ai sensi dell’art.5 D.P.R. n.973/1970, non abrogato dal Codice delle Assicurazioni, si prevede:

“L’assicurazione stipulata a norma degli articoli 1 e 2 della legge non comprende la responsabilita’ per i danni causati in occasione della partecipazione a gare o competizioni sportive, anche in circuito chiuso, ed alle relative prove. Tale responsabilita’ deve essere tuttavia coperta con la speciale assicurazione prevista dall’articolo 3 della legge. Gli organizzatori delle gare o competizioni sportive e delle relative prove di cui al comma precedente debbono allegare alla domanda di autorizzazione, la dichiarazione di una impresa autorizzata all’esercizio dell’assicurazione della responsabilita’ civile per i danni causati dalla circolazione dei veicoli, attestante la stipulazione dell’assicurazione prescritta dall’art. 3 della legge. Nella dichiarazione debbono essere indicati la formula e la durata della gara o competizione ed ogni altro elemento utile al controllo dell’effettivo adempimento dell’obbligo assicurativo. L’assicurazione deve coprire la responsabilita’ nella quale possono incorrere l’organizzatore o qualunque altro soggetto per i danni causati dalla circolazione dei veicoli partecipanti alle gare o competizioni ed alle relative prove.”.

In sintesi:

Devi eseguire la registrazione ed abbonarti, per visualizzare tutti i contenuti di Assibot
Per favore .
Non sei abbonato? Registrati

Ti è stato utile questo articolo?

Assi Bot

Comments are closed.