In materia di responsabilità medica, l’esatta definizione della colpa del sanitario assume fondamentale importanza. Un comportamento è da ritenersi colposo, per come recita l’art. 43 c.p. del codice penale, quando è posto in essere con “negligenza, imprudenza o imperizia”, definiamo queste tre nozioni rapportate alla figura del medico. In dottrina, si è cercato di dare una definizione netta e chiara di negligenze, imprudenza e imperizia. Nello specifico, si tende ad ascrivere alla categoria dell’imperizia il comportamento del soggetto inosservante delle regole cautelari perchè “inesperto”, soprattutto sul piano esecutivo. La nozione di imperizia, peraltro, non va “rivolta al soggetto nella sua complessiva attività…

Per accedere registrati e abbonati oppure effettua il login

Was this article helpful to you?

Assi Bot

Leave a Reply