Cos’è il contratto-base r.c.a. ?

Cos’è il contratto-base r.c.a. ?

Il contratto base nell’assicurazione r.c.a. è uno strumento introdotto dal decreto legge 179/12 (c.d. Decreto Crescita 2.0), nell’ottica di favorire la trasparenza, il contenimento dei premi e la concorrenza tra le imprese operanti in tale settore. Sebbene il citato decreto non abbia trovato seguito in apposita disciplina di dettaglio, il Ministero dello Sviluppo Economico ha comunque fornito l’indicazione dello schema che il contratto base deve rispettare (Decreto 11 Marzo 2020, n,54). Ogni compagnia è tenuta a predisporre un contratto base secondo tale schema e a sottoporlo all’attenzione del cliente. La determinazione della relativa tariffa, invece, rimane nella completa discrezionalità dell’azienda, che potrà liberamente configurarla in base a criteri come l’età del contraente, la sua residenza o le caratteristiche del veicolo. In tal modo, il consumatore è messo in condizioni di operare un facile confronto tra le tariffe dei vari operatori.
DECRETO 11 marzo 2020, n. 54 – MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – Regolamento recante la definizione del «contratto base» di assicurazione obbligatoria della responsabilita’ civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore, di cui all’articolo 22 del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221.

DECRETO 11 marzo 2020, n. 54 – MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – Regolamento recante la definizione del «contratto base» di assicurazione obbligatoria della responsabilita’ civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore, di cui all’articolo 22 del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221.

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Visto l’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400; Visto il decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con modificazioni dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, e in particolare l’articolo 22, comma 4, il quale rinvia ad apposito decreto, adottato dal Ministro dello sviluppo economico, sentiti l’IVASS, l’Associazione nazionale tra le imprese assicuratrici-ANIA, le principali associazioni rappresentative degli intermediari assicurativi e le associazioni dei consumatori maggiormente rappresentative, la definizione del «contratto base» di assicurazione obbligatoria della responsabilita’ civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti, contenente le clausole minime necessarie ai fini dell’adempimento dell’obbligo di legge, articolato secondo classi di merito e tipologie di assicurato, nonche’ la definizione dei casi di riduzione del premio e di ampliamento della copertura applicabili allo stesso «contratto base»; l’articolo 22, commi 5 e 6, che prevedono, rispettivamente, la libera determinazione del prezzo del «contratto base» e delle ulteriori garanzie e clausole, da parte di ciascuna impresa di assicurazione, che formula, obbligatoriamente, la relativa offerta al consumatore anche tramite il proprio sito internet, eventualmente mediante link ad altre societa’ del medesimo gruppo, ferma restando la liberta’ di offrire separatamente qualunque tipologia di garanzia … Continua a leggere...