PROVVEDIMENTO N. 72 DEL 16 APRILE 2018 – CRITERI DI INDIVIDUAZIONE E REGOLE EVOLUTIVE DELLA CLASSE DI MERITO DI CONVERSIONE UNIVERSALE DI CUI ALL’ART. 3 DEL REGOLAMENTO IVASS N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015, RECANTE LA DISCIPLINA DELLA BANCA DATI ATTESTATI DI RISCHIO E DELL’ATTESTAZIONE SULLO STATO DEL RISCHIO DI CUI ALL’ART. 134 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 – CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE– DEMATERIALIZZAZIONE DELL’ATTESTATO DI RISCHIO

PROVVEDIMENTO N. 72 DEL 16 APRILE 2018 – CRITERI DI INDIVIDUAZIONE E REGOLE EVOLUTIVE DELLA CLASSE DI MERITO DI CONVERSIONE UNIVERSALE DI CUI ALL’ART. 3 DEL REGOLAMENTO IVASS N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015, RECANTE LA DISCIPLINA DELLA BANCA DATI ATTESTATI DI RISCHIO E DELL’ATTESTAZIONE SULLO STATO DEL RISCHIO DI CUI ALL’ART. 134 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 – CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE– DEMATERIALIZZAZIONE DELL’ATTESTATO DI RISCHIO

Art. 1 (Finalità) 1. Il presente Provvedimento stabilisce i criteri di assegnazione e le regole evolutive della classe di merito di conversione universale (classe di CU) e di continuità della storia assicurativa, in conformità a quanto previsto dall’art. 3, comma 3, del Regolamento IVASS n. 9, del 19 maggio 2015. Art. 2 (Assegnazione della classe di CU) 1. In caso di prima immatricolazione del veicolo, di voltura al PRA, di prima registrazione nell’Archivio Nazionale dei Veicoli, al contratto si applica la classe di CU 14. 2. Nel caso di veicoli già assicurati il contratto è assegnato alla classe di CU indicata nell’attestazione sullo stato del rischio, fatto salvo quanto disposto dal successivo art. 3. Art. 3 (Disciplina della classe di CU – Regole generali) 1. Per le annualità successive a quella di acquisizione del rischio, nell’attestazione sullo stato del rischio è indicata sia la classe di merito interna, ove prevista dalle singole imprese, sia la classe di CU. 2. I criteri di attribuzione della classe di CU per l’annualità successiva, determinata sulla base della sinistrosità registrata ai sensi degli articoli 2 e 3 del Regolamento IVASS n. 9, del 19 maggio 2015, per tutte le forme tariffarie, sono riportati nella … Continua a leggere...
PROVVEDIMENTO N.76 DEL 2 AGOSTO 2018 – MODIFICHE E INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO ISVAP N. 9 DEL 14 NOVEMBRE 2007 RECANTE LA DISCIPLINA DI DENOMINAZIONE ASSICURATIVA AI SENSI DELL’ARTICOLO 308, COMMA 3, DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 – CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE. MODIFICHE E INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO ISVAP N. 23 DEL 9 MAGGIO 2008 CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DEI PREMI E DELLE CONDIZIONI DI CONTRATTO NELL’ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA PER I VEICOLI A MOTORE E NATANTI, DI CUI ALL’ARTICOLO 131 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 – CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE. MODIFICHE E INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO ISVAP N. 24 DEL 19 MAGGIO 2008 CONCERNENTE LA PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DEI RECLAMI ALL’ISVAP DI CUI ALL’ARTICOLO 7 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 – CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE E LA PROCEDURA DI GESTIONE DEI RECLAMI DA PARTE DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE E DEGLI INTERMEDIARI DI ASSICURAZIONE

PROVVEDIMENTO N.76 DEL 2 AGOSTO 2018 – MODIFICHE E INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO ISVAP N. 9 DEL 14 NOVEMBRE 2007 RECANTE LA DISCIPLINA DI DENOMINAZIONE ASSICURATIVA AI SENSI DELL’ARTICOLO 308, COMMA 3, DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 – CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE. MODIFICHE E INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO ISVAP N. 23 DEL 9 MAGGIO 2008 CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DEI PREMI E DELLE CONDIZIONI DI CONTRATTO NELL’ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA PER I VEICOLI A MOTORE E NATANTI, DI CUI ALL’ARTICOLO 131 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 – CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE. MODIFICHE E INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO ISVAP N. 24 DEL 19 MAGGIO 2008 CONCERNENTE LA PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DEI RECLAMI ALL’ISVAP DI CUI ALL’ARTICOLO 7 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 – CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE E LA PROCEDURA DI GESTIONE DEI RECLAMI DA PARTE DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE E DEGLI INTERMEDIARI DI ASSICURAZIONE

Art. 1 (Modifiche al Regolamento ISVAP n. 9 del 14 novembre 2007) 1.L’articolo 1 (Definizioni) è modificato come segue: a)  la lettera d) è sostituita dalla seguente: «“elenco annesso al Registro”: elenco in cui sono inclusi gli intermediari assicurativi, anche a titolo accessorio, e riassicurativi con residenza o sede legale in un altro Stato membro, ai sensi degli articoli 116-quater e 116-quinquies del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209»; b)  dopo la lettera e) è inserita la seguente: «e-bis) “intermediario”: qualsiasi intermediario assicurativo, intermediario riassicurativo e intermediario assicurativo a titolo accessorio»; c)  la lettera f) è sostituita dalla seguente: «“Registro” o “RUI”: Registro degli intermediari assicurativi, anche a titolo accessorio, e riassicurativi di cui all’articolo 109 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209». 2. All’articolo 3 (Utilizzo riservato della denominazione assicurativa), il comma 2 è sostituito dal seguente: «L’uso, nella ragione o denominazione sociale e in qualsiasi comunicazione al pubblico, delle parole o delle locuzioni indicate nell’articolo 308, comma 2, del decreto è riservato agli intermediari iscritti nel Registro, in coerenza con l’attività corrispondente alla sezione di appartenenza, agli intermediari di assicurazione e riassicurazione con residenza o sede legale in altri Stati membri inclusi nell’elenco annesso al Registro, ovvero … Continua a leggere...
DECRETO 9 agosto 2013, n. 110 Regolamento recante norme per la progressiva dematerializzazione dei contrassegni di assicurazione per la responsabilita’ civile verso i terzi per danni derivanti dalla circolazione dei veicoli a motore su strada, attraverso la sostituzione degli stessi con sistemi elettronici o telematici, di cui all’articolo 31 del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27.

DECRETO 9 agosto 2013, n. 110 Regolamento recante norme per la progressiva dematerializzazione dei contrassegni di assicurazione per la responsabilita’ civile verso i terzi per danni derivanti dalla circolazione dei veicoli a motore su strada, attraverso la sostituzione degli stessi con sistemi elettronici o telematici, di cui all’articolo 31 del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27.

DECRETO 9 agosto 2013, n. 110 Regolamento recante norme per la progressiva dematerializzazione dei contrassegni di assicurazione per la responsabilita’ civile circolazione dei veicoli a motore verso i terzi per danni derivanti dalla su strada, attraverso la sostituzione degli stessi con sistemi elettronici o telematici, di cui n. 1, convertito, con all’articolo 31 del decreto-legge 24 gennaio 2012, modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27. IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO di concerto con  IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI  Visto l’articolo 31  del  decreto-legge  24  gennaio  2012,  n.  1, convertito con modificazioni in legge 24 marzo 2012, n.  27,  recante “Disposizioni  urgenti  per  la  concorrenza,   lo   sviluppo   delle infrastrutture e la competitivita'”, il quale, al fine di contrastare la  contraffazione  dei  contrassegni  relativi   ai   contratti   di assicurazione per la responsabilita’ civile verso i terzi  per  danni derivanti dalla circolazione dei veicoli a motore  su  strada,  detta disposizioni  in  tema  di   dematerializzazione   dei   contrassegni medesimi, prevedendo la loro sostituzione con sistemi  elettronici  o telematici, anche in collegamento con banche dati;  Visto, in particolare, il comma 1 del richiamato  articolo  31  del decreto-legge n. 1 del 2012, il quale rinvia ad … Continua a leggere...