C.O.N.I.: non responsabile per l’organizzazione e gestione delle gare delle Federazioni affiliate

C.O.N.I.: non responsabile per l’organizzazione e gestione delle gare delle Federazioni affiliate

di Redazione. A fronte del ricorso che riteneva il C.O.N.I. responsabile della sicurezza della gara e unico legittimato passivo per la responsabilità civile del sinistro occorso, la Corte di Cassazione Civile con Ordinanza n.10820/2019 ha ribadito che, con l’entrata in vigore della Legge 23 marzo 1981 n. 91, si sono parzialmente modificati i rapporti tra il C.O.N.I. e le Federazioni sportive affiliate. 
Le gare e le competizioni sportive di veicoli a motore devono essere assicurate per la responsabilità civile?

Le gare e le competizioni sportive di veicoli a motore devono essere assicurate per la responsabilità civile?

Ai sensi dell’art.124 CdA, non sono autorizzate le gare e le competizioni sportive di qualsiasi genere di veicoli a motore e le relative prove, anche in circuiti chiusi, se l’organizzatore non abbia provveduto per l’assicurazione della responsabilità civile che deve garantire sia la responsabilità dell’organizzatore che degli altri obbligati per i danni arrecati alle persone, agli animali e alle cose. Sono esclusi, però, i danni prodotti ai partecipanti stessi e ai veicoli da essi adoperati. Quindi, ai sensi dell’art.5 D.P.R. n.973/1970, non abrogato dal Codice delle Assicurazioni, si prevede: “L’assicurazione stipulata a norma degli articoli 1 e 2 della legge non comprende la responsabilita’ per i danni causati in occasione della partecipazione a gare o competizioni sportive, anche in circuito chiuso, ed alle relative prove. Tale responsabilita’ deve essere tuttavia coperta con la speciale assicurazione prevista dall’articolo 3 della legge. Gli organizzatori delle gare o competizioni sportive e delle relative prove di cui al comma precedente debbono allegare alla domanda di autorizzazione, la dichiarazione di una impresa autorizzata all’esercizio dell’assicurazione della responsabilita’ civile per i danni causati dalla circolazione dei veicoli, attestante la stipulazione dell’assicurazione prescritta dall’art. 3 della legge. Nella dichiarazione debbono essere indicati la formula e la durata … Continua a leggere...