C.O.N.I.: non responsabile per l’organizzazione e gestione delle gare delle Federazioni affiliate

C.O.N.I.: non responsabile per l’organizzazione e gestione delle gare delle Federazioni affiliate

di Redazione. A fronte del ricorso che riteneva il C.O.N.I. responsabile della sicurezza della gara e, quindi, da considerare l’unico legittimato passivo per la responsabilità civile del sinistro occorso, la Corte di Cassazione Civile con Ordinanza n.10820/2019 ha riaffermato quanto già espresso sull’argomento per chiarire che con l’entrata in vigore della Legge 23 marzo 1981 n. 91, si sono parzialmente modificati i rapporti tra il C.O.N.I. e le Federazioni sportive affiliate.  Queste ultime, infatti, posseggono “autonomia tecnica organizzativa e di gestione, sotto la vigilanza del C.O.N.I.” ex art.14 di detta Legge, con natura pubblicistica, nell’ambito delle funzioni pubbliche proprie del… Per accedere registrati e abbonati oppure effettua il login
Le gare e le competizioni sportive di veicoli a motore devono essere assicurate per la responsabilità civile?

Le gare e le competizioni sportive di veicoli a motore devono essere assicurate per la responsabilità civile?

Ai sensi dell’art.124 CdA, non sono autorizzate le gare e le competizioni sportive di qualsiasi genere di veicoli a motore e le relative prove, anche in circuiti chiusi, se l’organizzatore non abbia provveduto per l’assicurazione della responsabilità civile che deve garantire sia la responsabilità dell’organizzatore che degli altri obbligati per i danni arrecati alle persone, agli animali e alle cose. Sono esclusi, però, i danni prodotti ai partecipanti stessi e ai veicoli da essi adoperati. Quindi, ai sensi dell’art.5 D.P.R. n.973/1970, non abrogato dal Codice delle Assicurazioni, si prevede: “L’assicurazione stipulata a norma degli articoli 1 e 2 della legge… Per accedere registrati e abbonati oppure effettua il login