Quali sono i veicoli a motore oggetto dell’assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile?

Quali sono i veicoli a motore oggetto dell’assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile?

Devono essere assicurati per la responsabilità civile verso i terzi, prevista dall’articolo 2054 del codice civile e dall’articolo 91, comma 2, del codice della strada, i veicoli a motore senza guida di rotaie, compresi i filoveicoli e i rimorchi posti in circolazione su strade di uso pubblico o su aree a queste equiparate.
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 gennaio 1981, n. 45 Modificazioni al regolamento sull’assicurazione obbligatoria della responsabilita’ civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 24 novembre 1970, n. 973

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 gennaio 1981, n. 45 Modificazioni al regolamento sull’assicurazione obbligatoria della responsabilita’ civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 24 novembre 1970, n. 973

Art. 1.    Al decreto del Presidente della Repubblica  24  novembre  1970,  n. 973, sono apportate le seguenti modificazioni:    Art. 1:  le  parole  “che  in  esse  e’  denominata  “legge””  sono sostituite  con  quelle  “e  successive  modificazioni,  in   seguito denominata “legge””.    L’art. 3 e’ sostituito dal seguente:    “Art. 3 – Motoscafi e  imbarcazioni  a  motore.  –  Debbono  essere coperte dall’assicurazione  della  responsabilita’  civile,  a  norma dell’art. 2 della legge e dell’art. 48 della legge 11 febbraio  1971, n. 50, tutte le imbarcazioni destinate alla navigazione  da  diporto,quali definite dall’art. 1 della stessa legge 11  febbraio  1971,  n.50, munite di motore di potenza superiore ai 3 HP fiscali.    Debbono altresi’ essere coperti dall’assicurazione:      a) i motoscafi e le imbarcazioni di stazza lorda non superiore  a 25 tonnellate che siano  muniti  di  motore  inamovibile  di  potenza superiore ai 3 HP fiscali e che siano adibiti ad uso privato, diverso dal diporto, o al  servizio  pubblico  di  trasporto  di  persone.  I predetti natanti si intendono adibiti ad  uso  privato  quando  siano posti in navigazione per uso personale  diverso  dal  diporto,  senza fine di lucro, del proprietario o del noleggiatore;      b) i motori amovibili di  potenza  superiore  … Continua a leggere...