REGOLAMENTO N. 11 DEL 3 GENNAIO 2008 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELL’ATTIVITÀ PERITALE DI CUI AL TITOLO X (ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA PER I VEICOLI A MOTORE E I NATANTI), CAPO VI (DISCIPLINA DELL’ATTIVITÀ PERITALE), DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 – CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE.

REGOLAMENTO N. 11 DEL 3 GENNAIO 2008 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELL’ATTIVITÀ PERITALE DI CUI AL TITOLO X (ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA PER I VEICOLI A MOTORE E I NATANTI), CAPO VI (DISCIPLINA DELL’ATTIVITÀ PERITALE), DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 – CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE.

REGOLAMENTO N. 11 DEL 3 GENNAIO 2008 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELL’ATTIVITÀ PERITALE DI CUI AL TITOLO X (ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA PER I VEICOLI A MOTORE E I NATANTI), CAPO VI (DISCIPLINA DELL’ATTIVITÀ PERITALE), DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 – CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE. MODIFICATO ED INTEGRATO DAL PROVVEDIMENTO ISVAP DEL 19 LUGLIO 2010 N. 2820. LE MODIFICHE O INTEGRAZIONI SONO RIPORTATE IN CORSIVO. L’ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) VISTA la legge 12 agosto 1982, n. 576 e successive modificazioni ed integrazioni, concernente la riforma della vigilanza sulle assicurazioni; VISTA la legge 17 febbraio 1992, n. 166 sull’istituzione ed il funzionamento del Ruolo nazionale dei periti assicurativi per l’accertamento e la stima dei danni ai veicoli a motore ed ai natanti soggetti alla disciplina della legge 24 dicembre 1969, n. 990, derivanti dalla circolazione, dal furto e dall’incendio degli stessi; VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, recante il Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa; VISTO il decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 e successive modificazioni ed integrazioni, recante il Codice delle Assicurazioni Private;   adotta il seguente: REGOLAMENTO … Continua a leggere...
Cos’è l’attività peritale?

Cos’è l’attività peritale?

Il D.L. n. 95 del 6 luglio 2012 – convertito dalla Legge n.135 del 7 agosto 2012 – ha trasferito la tenuta del Ruolo Periti Assicurativi a Consap e disciplinato l’attività peritale con il regolamento Isvap (ora Ivass) n. 11 del 3 gennaio 2008. L’attività peritale è costituita da quella serie di accertamenti svolti da un perito al fine di determinare l’esatta dinamica di un incidente stradale. Il compito principale di un esperto in infortunistica stradale è quello di esaminare le prove e fornire una fedele ricostruzione di quanto accaduto e in particolare, le regole di comportamento dei Periti assicurativi sono disciplinate dall’art.16 del succitato regolamento “1.Nell’esecuzione dell’incarico i periti si comportano con diligenza, correttezza, trasparenza e professionalità, conformando la propria condotta ai principi di imparzialità. In particolare, si astengono dallo svolgimento di incarichi nei quali sussistano situazioni di conflitto di interessi. 2.I periti curano periodicamente il proprio aggiornamento professionale.” L’art. 17 definisce i limiti al conferimento di incarichi peritali  “1. Le imprese di assicurazione adottano e formalizzano misure atte a prevenire e a rimuovere eventuali conflitti di interessi in cui possano incorrere propri esponenti aziendali, dirigenti e dipendenti nel conferimento di incarichi peritali.” L’art. 20 prevede le “sanzioni disciplinari” previste dall’art.331 del … Continua a leggere...