Sono risarcibili le spese legali sostenute dal danneggiato?

Sono risarcibili le spese legali sostenute dal danneggiato?

In materia di procedura di risarcimento diretto, di cui all’articolo 149 del Codice delle Assicurazioni Private, il danneggiato può aver diritto, entro certi limiti, al ristoro delle spese legali connesse all’attività di un professionista che lo abbia assistito. La previsione contenuta nel sopracitato articolo 149 va letta in relazione a quella di cui all’articolo 9, comma 2, del D.P.R n.254 del 18 luglio 2006: “nel caso in cui la somma offerta dall’impresa di assicurazione sia accettata dal danneggiato, sugli importi corrisposti non sono dovuti compensi per la consulenza o assistenza professionale di cui si sia avvalso il danneggiato diversa da quella medico-legale per i danni alla persona.”. La giurisprudenza di legittimità ha a più riprese sottolineato la necessità di una corretta interpretazione del suddetto articolo 9, non potendosi escludere aprioristicamente il risarcimento delle spese legali. Ad esempio, sono irrisarcibili le spese legali quando la gestione del sinistro non presenta alcuna difficoltà, i danni da esso derivati sono modestissimi e l’assicuratore ha prontamente offerto la dovuta assistenza al danneggiato. Di contro, sono comunque dovute le spese di assistenza legale sostenute dalla vittima quando il sinistro presenta particolari problemi giuridici ovvero quando il danneggiato non ha ricevuto la dovuta assistenza tecnica ed … Continua a leggere...
DECRETO DEL 18 luglio 2006, n. 254 Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell’articolo 150 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 – Codice delle assicurazioni private.

DECRETO DEL 18 luglio 2006, n. 254 Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell’articolo 150 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 – Codice delle assicurazioni private.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visto l’articolo 87 della Costituzione; Visto l’articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400; Visto l’articolo 150 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209; Visto il decreto-legge 18 maggio 2006, n. 181, recante disposizioni urgenti in materia di riordino delle attribuzioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dei Ministeri; Uditi i pareri del Consiglio di Stato, espressi dalla sezione consultiva per gli atti normativi nelle Adunanze del 19 dicembre 2005 e del 27 febbraio 2006; Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 30 giugno 2006; Sulla proposta del Ministro dello sviluppo economico; EMANA il seguente regolamento: Art. 1 (Definizioni) 1. Al fini del presente regolamento si intende per: a) «codice»: il codice delle assicurazioni private di cui al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209; 1 Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 199 del 28 agosto 2006. Modificato e integrato dal D.P.R. 18 febbraio 2009, n. 28, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 77 del 2 aprile 2009. b) «Isvap»: l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo; c) «Impresa»: la società autorizzata ad esercitare nel territorio della Repubblica l’assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile autoveicoli; … Continua a leggere...
Quale é la procedura di risarcimento diretto?

Quale é la procedura di risarcimento diretto?

La procedura di risarcimento o di indennizzo diretto rappresenta una procedura liquidativa che è stata introdotta all’interno della normativa italiana dal Decreto del Presidente della Repubblica n.254/2006. Mediante tale procedura chi ha subito un danno può richiedere e ottenere un risarcimento non dal danneggiante ma dalla sua assicurazione. La procedura di risarcimento si applica quando i veicoli coinvolti sono due, entrambi assicurati RCA e identificati, indipendentemente che vi siano danni alle cose o alle persone. Tale procedura, secondo l’art. 148 del Codice delle Assicurazioni Private del 2005, non può applicarsi quando le lesioni subite durante l’incidente sono accertate come “macropermanenti”, ossia hanno prodotto un danno superiore al 9%. Devi eseguire la registrazione ed abbonarti, per visualizzare tutti i contenuti di AssibotPer favore Accedi. Non sei abbonato? Registrati