Come viene risarcito il terzo trasportato?

Come viene risarcito il terzo trasportato?

Il terzo trasportato che subisca dei danni a causa di un sinistro stradale viene risarcito dalla compagnia assicuratrice del veicolo a bordo di cui viaggiava ai sensi dell’art. 141 CdA. La compagnia di assicurazioni per l’RCA del veicolo che trasportava il terzo, in particolare, provvede al risarcimento di quest’ultimo anche quando responsabile del sinistro sia il conducente dell’altro veicolo coinvolto. In altre parole, il terzo trasportato ha diritto ad essere risarcito dalla compagnia del vettore a prescindere dall’accertamento della responsabilità nel sinistro, salvo il caso fortuito; sarà poi onere dell’assicuratore che provvede al risarcimento esercitare la rivalsa sulla compagnia del responsabile per ottenere il rimborso di quando corrisposto, ex art.150 CdA. Poiché il risarcimento da parte della compagnia RCA del vettore è comunque limitato dal massimale, il terzo può ottenere il risarcimento del maggior danno dalla compagnia del responsabile civile (veicolo antagonista) se il suo massimale è superiore. Nel caso in cui il terzo sia costretto a promuovere in giudizio l’azione per il risarcimento nei confronti della compagnia del vettore, la compagnia del responsabile civile può intervenire nella causa ed estromettere la convenuta, riconoscendo la totale responsabilità del proprio assicurato. I tempi del risarcimento si riducono se è stato compilato … Continua a leggere...
R.C.A.: azione diretta del terzo trasportato, anche, in assenza di CARD

R.C.A.: azione diretta del terzo trasportato, anche, in assenza di CARD

di Redazione. “.. in tema di risarcimento del danno da incidente stradale, la persona trasportata può avvalersi dell’azione diretta nei confronti dell’impresa di assicurazioni del veicolo sul quale viaggiava al momento del sinistro anche se quest’ultimo sia stato determinato da uno scontro in cui sia rimasto coinvolto un veicolo assicurato con una compagnia che non abbia aderito alla convenzione tra assicuratori per il risarcimento diretto, c.d. CARD, atteso che l’art. 141 del d.lgs. n. 206 del 2005, di derivazione comunitaria, assegna una garanzia diretta alle vittime dei sinistri stradali in un’ottica di tutela sociale che fa traslare il “rischio di causa” dal terzo trasportato, vittima del sinistro, sulla compagnia assicuratrice del trasportante..“.  Questo il principio di diritto, ribadito dalla Cassazione Civile con sentenza n.1161/2020. Devi eseguire la registrazione ed abbonarti, per visualizzare tutti i contenuti di AssibotPer favore Accedi. Non sei abbonato? Registrati
Sono assicurati nell’r.c.a. i danni causati dal trasportato a terzi?

Sono assicurati nell’r.c.a. i danni causati dal trasportato a terzi?

Il Codice delle Assicurazioni Private prevede, a partire dal 1 gennaio 2006, che anche i danni riportati dal terzo trasportato in caso di incidente siano soggetti ad indennizzo anche in caso di sinistro che non coinvolga altri veicoli oltre quello dove si trova il trasportato, a prescindere dalla responsabilità del conducente e dalla natura del trasporto. Tale norma prevede infatti che il risarcimento avvenga a cura dell’impresa di assicurazione con cui il conducente del mezzo aveva stipulato la polizza Rc Auto entro il massimale di polizza stabilito dal contratto. Risulta così ininfluente l’eventuale responsabilità del conducente nel sinistro, come è del tutto indifferente il fatto che si trattasse di un passaggio concesso a titolo gratuito oppure oneroso. La richiesta di risarcimento quindi, correlata da tutta la documentazione comprovante il danno subito (referti ospedalieri, diagnosi e prognosi) dovrà essere effettuata dal trasportato direttamente alla Compagnia assicurativa del mezzo sul quale viaggiava, attraverso una procedura di risarcimento diretto che è regolata dall’articolo 148 del Codice delle Assicurazioni. Sarà poi l’impresa di assicurazioni a rivalersi sull’altra Compagnia per ottenere il rimborso di quanto pagato al trasportato, nel caso in cui l’altro veicolo coinvolto nell’urto risulti essere il responsabile civile del sinistro stesso. Se … Continua a leggere...